Cos'è una grafica vettoriale?

In questa pratica guida, abbiamo delineato le basi della vettorizzazione in modo da comprendere la differenza tra i vettori e le immagini basate su pixel (raster), il lavoro matematico necessario per convertire le immagini in vettori e il software necessario. 

Cos'è una grafica vettoriale?

Quando ingrandiamo o zoomiamo su un'immagine raster, iniziamo a vedere pixel e artefatti, quindi questo tipo di immagine non può essere usato per progetti su larga scala. D'altra parte, i vettori sono composti da forme e linee matematiche, che possono essere espanse (o contratte) migliaia di volte senza produrre problemi. Questo rende la grafica vettoriale molto più versatile della grafica raster. 

"Vettorializzare" corrisponde al processo di conversione di un'immagine basata su pixel (es. file JPEG e PNG) in una versione a base di vettori (file SVG, EPS e EMF), in cui ogni sfaccettatura dell'immagine viene trattata come linea o forma. Questo include ogni testo, simbolo o piccolo dettaglio. Una vettorializzazione di qualità, permette di ottenere due formati di immagini indistinguibili a occhio nudo. 

Quali immagini sono adeguate alla vettorializzazione?

Non tutte le immagini raster si trasformano al meglio quando vengono convertite in vettori, in particolare le fotografie dettagliate di persone e animali. D'altra parte, loghi, cartoni animati, schemi e altre immagini che si basano sulla geometria sono ideali per la vettorializzazione, perché possono essere facilmente replicati con linee e forme.      

Dove ritroviamo i vettori nel mondo reale?

  • Graphic Design: la conversione di una grafica raster in grafica vettoriale permette un facile ridimensionamento, senza sacrificare la qualità. 
  • Geografia: attualmente, i sistemi geografici acquisiscono immagini aeree e quindi le vettorializzano per creare mappe dettagliate e precise. 
  • Architettura: i progetti su carta vengono acquisiti e convertiti in vettori, quindi possono essere manipolati e condivisi in formato digitale.
  • Riconoscimento dei pattern: la tecnologia ottica converte firme e calligrafie in vettori, in modo che possano essere digitalizzate (e facilmente ricercabili). 

Quali programmi software permettono di vettorializzare le immagini?

Probabilmente, il programma di editing grafico più popolare con funzioni di vettorizzazione è Adobe Illustrator, che dispone di una funzione "Live Trace" in grado di rilevare le curve e creare vettori. Altre opzioni includono Corel PowerTRACE (accessibile da Corel PowerDRAW) e Potrace (un programma open-source). 

Tuttavia, i migliori risultati di vettorializzazione si ottengono manualmente. Caricando una grafica raster in un programma come Illustrator, tracciando ogni forma separatamente e abbinandole come un nuovo file vettoriale, si ottiene maggiore controllo sul grafico finale. 

  • L'articolo ti è stato utile?

Non trovi quello che stai cercando?