Cos'è una API?

Quando si cerca di comprendere un'interfaccia di programmazione di un'applicazione (o API), è meglio definire ogni termine che la riguarda prima di affrontare il concetto in senso più ampio. Innanzitutto, la maggior parte delle persone sa che un'applicazione è un programma scaricato su smartphone, tablet e computer. Può essere un puzzle game divertente, uno strumento di mappe o un social network che ci tiene in contatto con amici di tutto il mondo. La programmazione è la tecnica utilizzata per creare ogni app, sito Web e sistema operativo. Senza programmazione, un'app rimane un'idea. Quindi, le interfacce permettono a due app di parlare l'una con l'altra e raccogliere informazioni di cui l'altra app non dispone. 

Cos'è una API?

Ora che abbiamo definito i termini generali, che cos'è un'API? In parole povere, un'API consente ai programmatori di accedere a un'altra applicazione, a beneficio del proprio progetto. Alcune app hanno già affrontato alcuni problemi, quindi perché preoccuparsi di inventare la ruota due volte? 

Ecco un esempio: Google Maps è leader nella tecnologia di mappe e GPS e i programmatori Google hanno creato delle API che permettano agli sviluppatori di altre app di trarne vantaggio. Innumerevoli app e siti Web utilizzano Google Maps per i propri scopi, ad esempio Airbnb, WhatsApp ed Expedia. Inutile dire che le API sono estremamente preziose nel mondo della tecnologia. 

In che modo un'API connette due app?

Possiamo pensare a un'API come a un vicino di casa che chiede dello zucchero. Ogni volta che occorre usare la tecnologia di un'altra app, è necessario parlare con l'API usando un linguaggio condiviso. In sostanza, l'API funge da intermediario tra le due app, ricevendo la richiesta della prima app e quindi restituendo i dati dalla seconda app. I programmatori vogliono che le app di altre aziende abbiano accesso solo a determinati dati (ad esempio mappe incorporate o un feed di Twitter), quindi le API definiscono limiti chiari su ciò che è accessibile.   

Perché le API sono un ottimo strumento aziendale?

Le API consentono ai programmatori di sfruttare tutte le risorse a loro disposizione, in modo da poter realizzare le loro idee più rapidamente e portarle sul mercato. Senza accesso a Google Maps, YouTube, Twitter o Amazon, molte idee di nuove app non sarebbe stato possibile realizzarle. Allo stesso tempo, le API avvantaggiano anche le aziende più grandi, perché consentono loro di diffondere la loro influenza su più piattaforme. Le grandi società come Google guadagnano anche quando altre aziende usano le loro API, dal momento che devono pagare un piano mensile. Tutto sommato, le API sono un ottimo strumento per le nuove startup e le società affermate, motivo per cui oggi esistono oltre 15.000 API. 

Cos'è l'API Shutterstock?

La banca immagini di Shutterstock è tra le più grandi del mondo, e noi abbiamo semplificato l'uso di questa risorsa grazie alla nostra API.Le nostre API consentono ai vostri utenti di cercare e scaricare immagini Shutterstock direttamente all'interno del prodotto/sistema. Collegate i vostri clienti ai contenuti Shutterstock da utilizzare nei vostri prodotti o offrite ai vostri clienti accesso alla raccolta Shutterstock. Oppure diventate affiliati o rivenditori e guadagnate una commissione con ciascuna vendita. Le possibilità sono ampie.

Ecco alcune delle nostre opzioni per prodotti API qui. Per chi è alla ricerca di una soluzione su misura, è possibile contattare i nostri esperti all'indirizzo api@shutterstock.com.


Sei alla ricerca di musica di alta qualità per la tua produzione?
Shutterstock offre tracce di alta qualità a un prezzo semplice e diretto.
Scopri subito.


  • L'articolo ti è stato utile?

Non trovi quello che stai cercando?