Formati di file di immagini comuni

Scegliere un'immagine implica molto di più che trovare una foto carina. Richiede una combinazione di capacità creative e tecniche per capire non solo cosa scegliere, ma quale tipo di immagine è più appropriata alle proprie esigenze. Ecco perché abbiamo creato questa guida per aiutarti a capire la differenza tra piacere e disastro per il tuo prossimo progetto.


Ti servono delle immagini per il tuo progetto? La straordinaria raccolta di Shutterstock di più di 70 milioni di immagini può aiutare! Scopri cosa può offrire la nostra raccolta.

Tipi di immagini
Tutte le immagini rientrano in due categorie di base: raster e vettore.

Immagini raster
Le immagini raster servono per fotografia e documenti acquisiti. 

La qualità di un'immagine raster si definisce risoluzione. La risoluzione viene misurata in ppi (pixel per pollice) o dpi (punti per pollice). PPI misura i pixel sullo schermo, mentre dpi misura le gocce di inchiostro su una pagina stampata. Maggiore è il valore di ppi o dpi, maggiore è la qualità. 

Mentre dpi è espresso come numero singolo (la maggior parte delle foto ha un minimo di 300 dpi), ppi viene solitamente definito come un insieme di dimensioni (400x1080 ppi).

La stampa commerciale per progetti come libri di testo o materiale di marketing richiede immagini ad alta risoluzione, pari o superiore a 300 dpi. Nelle applicazioni Web e mobile, i requisiti di risoluzione sono molto più bassi. Poiché le immagini ad alta risoluzione prevedono file di dimensioni maggiori, le applicazioni Web e mobili utilizzano immagini a risoluzione inferiore per tempi di caricamento più rapidi. 

Se si aumenta la dimensione fisica di un'immagine raster, si perde qualità. Al contrario se si diminuisce la dimensione, la qualità aumenta. 

Ad esempio:
se si raddoppia un'immagine di 2"x2" da 300 dpi, diventa 150 dpi.  Se si dimezza la dimensione, diventa 600 dpi.

Queste immagini sono molto più difficili da manipolare rispetto alle grafiche vettoriali.

Le modalità colore disponibili per le immagini raster variano, ma le più comuni sono CMYK, RGB e Index.

Photoshop è il programma più famoso per la manipolazione di immagini raster.  

Grafiche vettoriali
Le grafiche vettoriali si trovano per lo più in applicazioni di stampa commerciale e sono perfette per illustrazioni, loghi, grafica con molto testo, grafici e tabelle.

A differenza delle immagini raster, la qualità delle grafiche vettoriali non dipendono dalla risoluzione. Mantengono la loro qualità in qualsiasi dimensione, per cui sono tra le più scelte per la stampa in grande formato.

Tipi di file:

Windows Bitmap (BMP): Raster
Sviluppato da Microsoft per il suo sistema operativo. Sono di alta qualità e non compressi, per file di dimensioni maggiori e non compatibili con il Web. Non vanno bene per il Web e la qualità è compressa dal ridimensionamento.

Joint Photographic Expert Group (JPG): Raster
Formato più comune, molte fotocamere scattano foto in jpg. La compressione implica che ogni volta che si manipola e si salva l'immagine, la qualità si ridurrà.

Graphic Interchange Format (GIF): Raster
Il nonno della grafica Web, questo formato è in circolazione dal 1989. Le piccole dimensioni del file  e il supporto di trasparenza e animazione lo rendono popolare per i lavori sul Web. Recentemente è diventato popolare grazie alle gif animate di famosi filmati di Will Farrell e altri. Una palette di colori a 8 bit limita il formato ad appena 256 colori. La possibilità di salvare con interlacciamento comporta un caricamento più rapido online. L'immagine verrà visualizzata rapidamente con meno dettagli ma, una volta caricata completamente, tutti i dettagli saranno presenti.

Tagged Image File Format (TIF) Raster
Il formato file più vecchio, sviluppato nel 2009 da Aldus, per l'uso nella stampa high-end. Popolare anche per applicazioni di stampa, scansione e fax commerciali. Non perde la qualità come un jpg e dispone di diverse opzioni di compressione. Si distingue per la sua flessibilità anche se non può essere utilizzato per la grafica web.

Encapsulated Postscript (EPS): Raster o vettore
Le linee nitide sono perfette per testo, informazioni grafiche e disegni. Può facilmente manipolare le grafiche vettoriali e applicare i colori PANTONE o altre tinte piatte per applicazioni di stampa commerciale. L'eccezione è l'EPS Photoshop, che è essenzialmente un file TIF con un'estensione EPS.

RAW: Raster
Ottimo per la fotografia perché cattura la maggior parte dei dati della fotocamera, permettendo di scattare le migliori immagini possibili. Uno svantaggio è che le opzioni per manipolare i formati delle foto sono limitate a Photoshop e a qualsiasi software fornito con la fotocamera.

Portable Network Graphics (PNG): Raster
Una dimensione minima dei file perfetta per i lavori su Internet. Supporta trasparenza e utilizza solo colori indicizzati.

Portable Document Format (PDF): Raster o vettore
Sebbene il PDF non sia realmente un formato immagine, oggi è il formato di file universale preferito dai migliori professionisti. Un file PDF viene solitamente creato in un formato diverso e quindi convertito. Impedisce la modifica dalla maggior parte degli utenti, rendendolo uno dei formati file preferito per e-book, moduli e immagini di grandi dimensioni. La qualità può variare in funzione di come viene creato.

  • L'articolo ti è stato utile?

Non trovi quello che stai cercando?