Cos'è una clip art?

Per chi ha dimenticato i giorni gloriosi in cui si creavano progetti su Microsoft Word, con il termine "clip art" si può fare riferimento a qualsiasi immagine utilizzata a scopo illustrativo. In genere, queste immagini sono disegnate a mano o digitalizzate in uno stile semplificato, consentendo una vasta gamma di applicazioni. Molti di noi ricordano le clip art di Word degli anni '90, ma quelle immagini datate riescono appena a scalfire la superficie di ciò che è possibile fare oggi. Una cosa non è cambiata, però: la clip art riguarda solo le illustrazioni, non la fotografia stock.


Ti servono delle immagini per il tuo progetto? La straordinaria collezione di Shutterstock di più di 70 milioni di immagini può aiutare! Scopri cosa può offrire la nostra raccolta.

Da dove deriva il termine “clip art”?
È piuttosto letterale: con il termine clip art si faceva riferimento originariamente a immagini tagliate da una rivista o da un altro lavoro stampato, riutilizzate per un progetto diverso. Prima che i computer potessero gestire questo lavoro, i designer incollavano le immagini su un foglio di carta fotografica, questo veniva fissato a un cavalletto, si scattavano foto della pagina e quindi si usavano i negativi per creare una lastra meccanica per la riproduzione.
 
Sono cambiate molte cose rispetto a questi giorni di copia-incolla. Grazie alle possibilità di calcolo odierne, è facile impiegare clip art dettagliate come più ti piace. Internet ha inoltre spostato i tradizionali sistemi di creazione di clip art (ossia raccolte su Microsoft Office e CD) in uno spazio puramente online, dove è possibile trovare più di un milione di immagini con una semplice ricerca su Shutterstock. 
 
Perché scegliere le clip art rispetto ad altre immagini?
A volte, la fotografia stock non è la scelta ideale per il lavoro. La clip art di solito offre un approccio più simile a un cartone animato (e quindi più universale) a un soggetto, che si tratti di un poliziotto che soffia in un fischietto o di una freccia colorata che punta verso la crescita futura. È pensata per essere inserita facilmente nel layout di un progetto. A differenza dei bordi rettangolari di una fotografia stock, la clip art può adattarsi perfettamente all'interno di un corpo di testo e la varietà di forme di clip art consente a un grafico di creare pagine più accattivanti.
 
In quali formati sono disponibili i file di clip art?
I principali formati sono: 

  • JPEG: immagini rasterizzate che non possono essere ridimensionate senza modificare la loro qualità generale. Per questo motivo, la risoluzione dei file dev'essere sufficientemente elevata da garantire che le immagini rimangano nitide e chiare. Si presentano nell'estensione “.jpg” o “.jpeg”.

  • Immagine vettoriale: al posto di pixel predeterminati, le illustrazioni vettoriali vengono create una disposizione di forme singole. Indipendentemente dalla dimensione dell'immagine, sarà comunque nitida. Questo è dovuto al fatto che il file è creato da dati geometrici nei panni di un'illustrazione. Per aprire un file vettoriale, è necessario un software creativo in grado di gestire il formato, come Adobe Illustrator. Le immagini vettoriali solitamente si presentano nell'estensione “.eps” o “.svg”.

In sostanza, esistono differenze tra clip art e immagini vettoriali?
Tutte le immagini vettoriali possono essere tecnicamente definite clip art, ma non tutte le clip art sono composte da immagini vettoriali. Grazie a Shutterstock, puoi scaricare praticamente ogni immagine di clip art in formato JPEG e vettoriale.
  
Qual è la migliore applicazione per una clip art?
Sebbene tu possa voler incorporare un mix di clip art e fotografia stock nel tuo prossimo progetto, ecco alcune applicazioni in cui spicca la clip art:

  • Riviste

  • Infografica

  • Presentazioni aziendali

  • Icone di app per cellulari

  • Modelli di siti Web

  • Marchi/loghi

  • L'articolo ti è stato utile?

Non trovi quello che stai cercando?